Il dizionario -
degli studenti

calore [ca-ló-re] nome masch. (plur. calori) [etimologia: dal latino calore(m)]. [1] Temperatura elevata, caldo:   un calore piacevole, insopportabile; che calore! || Caldana, vampa (= improvvisa sensazione di calore, specialmente in viso, per febbre, rabbia, vergogna o altro, e il rossore che spesso ne consegue):   mi è venuto sulla faccia un tale calore! [2] Situazione in cui ci sono atteggiamenti di affetto, rispetto, solidarietà, ecc.:  il calore della famiglia; un ambiente privo di calore umano. || Entusiasmo, passione:   difendere con calore le proprie ragioni; parlare con calore. [3] In zoologia, il periodo in cui le femmine, specialmente dei mammiferi, sono disponibili all’accoppiamento con il maschio:   andare, entrare in calore. [4] In fisica, l’energia prodotta da fonti naturali o artificiali, che ha la caratteristica di riscaldare i corpi e di variarne lo stato:   il calore del sole, del termosifone.