Il dizionario -
degli studenti

coro [cò- ro] nome masch. (plur. cori) [etimologia: dal latino choru(m), a sua volta proveniente dal greco korós]. [1] In musica, a. canto eseguito da più persone, a diverse voci o all’unisono, con o senza accompagnamento musicale. b. insieme di più cantori che eseguono lo stesso brano musicale: un coro di studenti, un coro alpino, il coro del Teatro alla Scala di Milano. || coro a cappella: coro che canta senza accompagnamento musicale. c. in un melodramma, la parte eseguita dall’insieme dei coristi: un coro di Giuseppe Verdi. d. canto di più animali insieme: il coro delle cicale. [2] Insieme di persone che parlano o gridano contemporaneamente; quello che esse pronunciano o gridano insieme: un coro di proteste. [3] Nell’antica Grecia, a. insieme di persone che cantavano e si muovevano ritmicamente durate le feste in onore di una divinità; nella tragedia greca, gruppo di cantori e danzatori che declamavano brani poetici per commentare l’azione che si svolgeva sulla scena. b. nel teatro, parte della commedia o della tragedia destinata a essere cantata dal coro; luogo riservato al coro. [4] In architettura, a. parte dell’abside (= nella chiesa cristiana, la parte finale della navata centrale, situata prima del luogo occupato dal sacerdote che celebra la messa, nella quale trovano posto cantori e l’altare): il coro della cattedrale. b. insieme degli stalli (= sedili di legno con braccioli e alto schienale, allineati ad altri simili, spesso disposti a semicerchio) dove si mettevano i cantori: un coro di legno intagliato. [5] Schiera (= insieme di individui disposti secondo un ordine o appartenenti alla stessa categoria o specie) di spiriti celesti o di figure mitologiche: il coro degli angeli, il coro delle ninfe.