Il dizionario -
degli studenti

lavoro [la-vó-ro] nome masch. (plur. lavori) [etimologia: dal latino labore(m)]. [1] Mestiere, occupazione con uno stipendio: i giovani oggi faticano a trovare lavoro. || lavoro nero: occupazione senza le garanzie di un contratto. || lavoro sommerso: che le statistiche non rilevano perché svolto in forme irregolari || lavoro minorile: che sfrutta illegalmente i minorenni. || festa del lavoro: il primo maggio. [2] Posto dove si lavora: esco dal lavoro alle 17. || sul lavoro: durante lo svolgimento dell’attività lavorativa. [3] Risultato, prodotto di un’attività: la Cappella Sistina è uno dei più famosi lavori di Michelangelo. || lavoro da maestro: eseguito alla perfezione. [4] Uso di energia per produrre qualcosa: il lavoro manuale richiede spesso anche creatività; se ti impegni raccoglierai i frutti del tuo lavoro. || forza lavoro: l’insieme delle persone che possono lavorare. || lavoro domestico: faccende di casa. || lavoro dei campi: attività agricole. || lavori forzati: obbligo per i condannati di lavorare duramente fino allo sfinimento. || lavoro di gruppo: attività scolastica organizzata in modo cooperativo. || [5] Al plurale, serie di attività svolte da gruppi di persone: i lavori sulla strada hanno rallentato il traffico. || lavori pubblici: interventi di manutenzione su strade, ponti ecc. [6] In fisica, spostamento di un oggetto ottenuto dall’applicazione di una forza lungo la direzione della forza: l’unità di misura del lavoro è il joule.