Il dizionario -
degli studenti

memoria [me-mò-ria] nome femm. (plur. memorie) [etimologia: dal latino memŏrĭa(m), a sua volta derivato di memor, –oris «che si ricorda»]. [1] Capacità dell’uomo di ricordare, di conservare, far tornare alla mente, riconoscere idee, nozioni, esperienze del passato:  avere buona o cattiva memoria, avere un vuoto di memoria || memoria di ferro, fortissima. [2] Il ricordo di cose, fatti, persone che si conserva nella mente:  la memoria dell’infanzia, di un giorno, di una persona;  la memoria di mio padre. [3] Cosa, oggetto che fa rinascere il ricordo:  un museo ricco di preziose memorie; sono memorie del secolo scorso. [4] In psicologia, complesso di meccanismi psicologici e neurofisiologici che determinano il formarsi del ricordo attraverso modificazioni chimiche e strutturali delle cellule e dei circuiti nervosi. [5] In biologia, capacità comune a molti organismi viventi di conservare traccia degli stimoli ricevuti e di servirsene nelle relazioni con il mondo esterno. [6] Opera autobiografica che rievoca avvenimenti visti o vissuti:  le “Memorie” di Carlo Goldoni. [7] Ogni dispositivo per la registrazione, la conservazione e la lettura di informazioni:  la memoria del computer.