Il dizionario -
degli studenti

pagano [pa-gà-no] agg. e nome masch. (plur. pagani) [etimologia: dal latino paganum «abitante del villaggio», forse perché le religioni non cristiane resistettero più a lungo nei villaggi che nelle città]. [1] a. agg. Del paganesimo, relativo al paganesimo:  gli dei pagani, altari pagani, i culti pagani. b. Si dice di chi professa una religione pagana:  le tribù pagane, gli scrittori pagani, la religione pagana. c. nome masch. (femm. pagana; plur. pagani e pagane). Seguace del paganesimo:  tutti i pagani si convertirono al cristianesimo. Per estensione: infedele, saraceno, musulmano:  Col nano se ne vien dove l’artiglio / del fier pagano avea Parigi astretto. (Ariosto). [2] Che si richiama ai valori della civiltà classica, privi di riferimenti religiosi e, più estesamente, relativi a una concezione di vita gioiosa aperta ai piaceri terreni:  concezione pagana dell’amore; il pagano senso della vita, l’allegro vivere, la sensualità, l’amor del piacere (Carducci).