Il dizionario -
degli studenti

radice [ra-dì-ce] nome femm. (plur. radici) [etimologia: dal latino radice(m)]. [1] Parte per lo più sotterranea di una pianta che ha la funzione di ancorarla al terreno e di assorbire sali minerali e acqua:  quell’albero ha radici molto profonde. [2] In senso figurato, ciò da cui ha origine qualcosa:  andare alla radice di un problema. [3] In matematica, estrazione di radice: operazione aritmetica inversa all’elevamento a potenza. || radice quadrata di un numero: un numero che, moltiplicato per sé stesso, dà il numero di partenza:  la radice quadrata di 9 è 3 (=3) perché  = 9.  [4] In grammatica, è la parte di una parola che rimane invariata e che dà il significato:  nella parola fiore, fior- è la radice. [5] In letteratura, progenitore o progenitrice, cioè chi dà origine a una stirpe:  l’umana radice (= Adamo ed Eva) (Dante).