Il dizionario -
degli studenti

volta¹ [vòl-ta] nome femm. (plur. volte) [etimologia: derivato dal latino volvita(m)]. [1] Turno, in un succedersi ordinato di vicende, oppure tempo, momento in cui a qualcuno spetta di fare qualcosa: ordinerà quando sarà la sua volta; l’interrogato rispose a sua volta. || tutto in una volta, tutto insieme: vorrei quello che mi spetta tutto in una volta. || volta per volta, di volta in volta: in tempi successivi, quando si presenta la necessità, quando è opportuno: affrontare i problemi volta per volta; ti chiederò ciò che mi serve di volta in volta. || per volta, alla volta (con valore distributivo, preceduto da un numerale): a gruppi, non tutti insieme: il professore ne interrogava due alla volta. || un po’ per volta: gradualmente: versa lo zucchero un po’ per volta. [2] Momento, circostanza, occasione a cui si riferisce qualcosa che è avvenuto, avviene o avverrà questa volta ti aiuto. || a volte, certe volte, delle volte: talvolta a volte non lo capisco. || c’era una volta: formula con cui iniziano le fiabe. || una volta per tutte, una volta per sempre: definitivamente: te lo dico una volta per tutte. || una volta tanto, una buona volta: per esprimere impazienza, fastidio, rimprovero: ascoltami, una volta tanto. || un’altra volta: in un altro momento, in un’altra occasione: verrò a cena da te un’altra volta.  || una volta: un tempo, tanto tempo fa: una volta in paese eravamo molti di più. || una volta che: poiché, dal momento che, giacché, quando: una volta che conosci regola, puoi applicarla. Azione del voltare o del voltarsi, anche in senso figurato. || ti ha dato di volta il cervello? sei impazzito? [3] Preceduto da un numerale cardinale e usato al plurale indica moltiplicazione: quanto fa tre volte nove?  Preceduto da un aggettivo indefinito indica frequenza: molte, tante, spesse, rare, poche volte; qualche volta. Preceduto da un numerale cardinale o ordinale indica ripetizione: gli ho spiegato due volte quello che deve fare non se lo fece dire una seconda volta te l’ho ripetuto venti, cento, mille volte! [4] Direzione verso la quale si procede, specialmente nella locuzione alla volta di: gli studenti sono partiti alla volta di Venezia. [5] Nella ginnastica, figura acrobatica compiuta dall’atleta che rotea intorno alla sbarra. Nel pattinaggio, figura obbligatoria con la quale il pattinatore traccia sul ghiaccio tre cerchi vicini