Il dizionario -
degli studenti

coprifuoco

coprifuoco [co-pri-fuò-co] nome masch. (plur. coprifuochi) [etimologia: composto di coprire e fuoco, come il francese couvre-feu. L’origine del termine è spiegata dal significato n. 3]. [1] Il divieto di uscire, generalmente nelle ore serali e notturne, imposto ai cittadini in situazioni di particolare emergenza, per garantire l’ordine pubblico:  nei regimi totalitari il coprifuoco viene utilizzato anche per controllare la popolazione. || coprifuoco sanitario: quello imposto per ridurre i contagi durante una pandemia, cioè un’epidemia che tende a diffondersi ovunque. [2] Obbligo di rientrare a casa:  i miei mi hanno messo il coprifuoco alle dieci di sera. [3] In passato, l’ora in cui gli abitanti delle città dovevano spegnere il fuoco in casa per evitare incendi notturni:  il suono delle campane annunciava il coprifuoco.