Il dizionario -
degli studenti

cultura [cul-tù-ra] nome femm. (plur. culture) [etimologia: dal latino cultura(m), da colere «coltivare»]. [1] L’insieme delle conoscenze acquisite nel corso della propria della vita, attraverso lo studio e l’esperienza:  il nostro professore di matematica ha una grande cultura cinematografica;  per partecipare ai quiz televisivi è utile avere una buona cultura generale. [2] L’insieme delle conoscenze e dei comportamenti di un gruppo sociale: con la globalizzazione la cultura occidentale si è diffusa in nuove parti del mondo;  nella cultura contadina il cibo è sempre stato considerato sacro e per questo non andava sprecato;  per conoscere la cultura di un popolo conviene liberarsi di stereotipi e pregiudizi. || mondo della cultura: gli ambienti in cui si produce e si diffonde il sapere:  durante il primo lockdown, anche il mondo della cultura ha sofferto per la chiusura delle scuole, dei musei e dei teatri.  || cultura di massa: nozioni, valori e modelli ampiamente diffusi attraverso i mezzi di comunicazione. || cultura popolare: l’insieme di tradizioni e conoscenze proprio delle classi sociali meno elevate:  la fiera di Sant’Orso è espressione della cultura popolare valdostana. || cultura orale: il sapere trasmesso a voce. || cultura materiale: gli oggetti della vita quotidiana che possono anche essere prodotti artistici e che caratterizzano un popolo o un’epoca. [3] Le scelte e i comportamenti di chi segue le proprie convinzioni e a volte vuole sensibilizzare gli altri di fronte a problemi umani e sociali che non possono essere ignorati:  la cultura del denaro attribuisce un valore eccessivo alla ricchezza;  per combattere il razzismo è necessario diffondere la cultura dell’accoglienza e dell’inclusione.