Il dizionario -
degli studenti

guerra [guèr-ra] nome femm. (plur. guerre) [etimologia: dal germanico werra «conflitto, litigio»]. [1] Conflitto armato tra due o più stati:  ogni giorno i quotidiani danno notizie sulla guerra fra Russia e Ucraina. || bollettino di guerra: quello relativo all’andamento delle operazioni militari, emesso ogni giorno dal comando supremo. || cimitero di guerra: cimitero utilizzato per la sepoltura dei caduti in guerra. || dichiarare guerra: annunciare ufficialmente a uno Stato nemico che si intraprende la guerra. || economia di guerra: organizzazione economica tipica dei tempi di guerra in cui i prezzi sono fissati dallo Stato e le merci sono razionate. || entrare in guerra: cominciare un conflitto; in senso figurato, scontrarsi, essere in contrasto, con qualcuno. || Grande Guerra: la Prima guerra mondiale. || guerra civile: conflitto combattuto all’interno di uno Stato fra opposte fazioni o tra formazioni armate ribelli e forze governative. || guerra di posizione: guerra combattuta tra eserciti schierati su linee fortificate. || guerra di religione: ciascuno dei conflitti sostenuti da Stati o partiti cattolici e protestanti nell’Europa del Cinquecento e Seicento. || guerra d’indipendenza: quella che mira a ottenere la liberazione di un territorio dal dominio straniero; nella storia d’Italia,   una delle tre che, nel corso del Risorgimento, furono combattute per liberare vari territori dalla dominazione austriaca. || guerra lampo: quella condotta con la massima mobilità e con azioni di sorpresa, che mira a neutralizzare le forze nemiche in brevissimo tempo. || guerra mondiale: quella in cui viene coinvolta gran parte degli Stati del mondo, specialmente con riferimento ai due grandi conflitti del 1914-18 e 1939-45.  || guerra santa: guerra condotta in nome di ideali religiosi o per la conquista di luoghi sacri:  la prima crociata è stata considerata una guerra santa combattuta dai cristiani contro gli infedeli. || invalido di guerra: chi ha riportato in guerra mutilazioni o lesioni che ne limitano o impediscono l’attività lavorativa. || macchina da guerra: macchinario mobile, generalmente di grandi dimensioni, che, prima della scoperta delle armi da fuoco, era usato in guerra e negli assedi per lanciare proiettili, sfondare porte ecc. || orfano di guerra: minorenne rimasto privo di uno o entrambi i genitori a causa di una guerra. || prigioniero di guerra: chi è detenuto presso il nemico in stato di prigionia essendo stato catturato o essendosi arreso durante una guerra. || tribunale di guerra: tribunale che giudica i reati commessi dai militari durante una guerra;  dissotterrare l’ascia di guerra: con riferimento a un’antica usanza degli indiani pellerossa, dare inizio a una controversia;  essere sul piede di guerra: essere sul punto di iniziare una guerra, di combattere. [2] Conflitto fra due parti condotto non con le armi ma con altri mezzi di pressione. || guerra fredda: il confronto fra le potenze occidentali e i paesi del blocco sovietico nel secondo dopoguerra, caratterizzato da notevole ostilità ma non spinto fino alla messa in atto di operazioni militari. || guerra di logoramento: guerra che mira a esaurire progressivamente le forze nemiche, senza scontri aperti risolutivi. || guerra economica: insieme delle azioni e delle misure mirate a ridurre o neutralizzare il potere economico di una nazione rivale. [3] Contesa tra individui o gruppi:  purtroppo continua la guerra con i vicini di casa;  da sempre c’è guerra fra i partiti rivali. [4] Lotta dura e accanita in nome di un ideale:  Don Ciotti conduce da anni una guerra contro le mafie.