Il dizionario -
degli studenti

peste [pè-ste] nome femm. (plur. pesti) [etimologia: dal latino peste(m) «pestilenza, calamità»]. [1] Malattia infettiva contagiosa trasmessa all’uomo dalle pulci dei ratti:  Alessandro Manzoni, nei «Promessi Sposi», dedica alcuni capitoli alla descrizione della peste che colpì l’Italia nel Seicento. || peste bubbonica: forma più comune di peste, che provoca gonfiori nella zona delle ascelle e dell’inguine e la formazione di grossi bubboni. || peste nera: peste che imperversò in Asia e in Europa nel sec. XIV e che provocava un’infezione con molti versamenti di sangue sulla pelle.  a. Nome generico di vari tipi di questa malattia che colpiscono gli animali:  è notizia di questi giorni la scoperta di un nuovo caso di peste suina in Liguria|| peste suina: malattia epidemica causata da un virus, accompagnata da lesioni, specialmente dei polmoni e del tubo digerente. || peste delle api: malattia infettiva contagiosa che colpisce le larve delle api. [2] Fenomeno che provoca gravi conseguenze:  la droga è la peste della società moderna;  fuggire qualcosa o qualcuno come la peste: evitare con tutte le forze di avere contatti con persone o situazioni che provocano preoccupazione o fastidio, di servirsi di certe cose o di andare in un dato luogo;  dire peste e corna: sparlare di qualcuno o di qualcosa:  ogni volta che lo incontro mi dice peste e corna di te. [3] Bambino molto vivace e irrequieto:  tuo figlio è proprio una peste!