Il dizionario -
degli studenti

cerchio [cér-chio], nome masch. (plur. cerchi) [etimologia: dal latino circulu(m), diminutivo di circu(m) «cerchio», «circonferenza»]. [1] In geometria, la parola indica la linea curva chiusa che corre sempre alla stessa distanza dal punto centrale:  disegnare un cerchio su un foglio. [2] In geometria, la porzione di piano racchiusa da una circonferenza:  l’area di un cerchio è data dalla formula: raggio al quadrato per Pi Greco. [3] Oggetto di forma circolare con vari usi, per esempio nell’oreficeria:  ho un cerchio d’oro al polso; nello sport:  ho fatto un esercizio di ginnastica ritmica con il cerchio. [4] Qualsiasi cosa che abbia forma circolare:   ragazzi, mettiamoci in cerchio; il nostro paese è racchiuso da un cerchio di monti. [5] Nella Divina Commedia di Dante la parola indica ciascuno dei ripiani circolari in cui è diviso l’inferno:  Così discesi del cerchio primaio / giù nel secondo (Dante).  Avere un cerchio alla testa: un senso di dolore alla testa.  Dare un colpo al cerchio e uno alla botte: cercare di mettere d’accordo opinioni e/o bisogni diversi senza scontentare nessuno.